Laurea Magistrale in Specialized translation

Scheda del corso

Tipo di laurea Laurea Magistrale
Anno Accademico 2016/2017
Ordinamento D.M. 270
Codice 9174
Classe di corso LM-94 - TRADUZIONE SPECIALISTICA E INTERPRETARIATO
Anni Attivi I
Modalità di erogazione della didattica Convenzionale
Tipo di accesso Numero programmato
Sede didattica Forlì
Tipologia di corso Titolo multiplo
Atenei Convenzionati UNIVERSIDAD DE GRANADA
Tipologia Corso interamente internazionale
Coordinatore del corso Adele D'Arcangelo
Docenti Elenco dei docenti
Lingua Inglese

Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione del percorso formativo

Il Corso di laurea magistrale prevede la formazione di una figura professionale con elevate competenze traduttive, con particolare riferimento ai linguaggi specialistici (tecnologico, giuridico, economico, commerciale, medico-farmacologico, informatico, della multimedialità e altro) nonché competenze in ambito terminologico e terminografico, e conoscenze del mondo editoriale, sulla base di un'approfondita preparazione linguistica e culturale. Tali competenze sono specificamente indirizzate a imprese, società, istituzioni ed enti pubblici e privati, nazionali e internazionali, e utilizzabili nell'ambito della didattica e della ricerca.

Più specificamente i laureati dovranno avere le seguenti caratteristiche:

- approfondita preparazione nelle tecniche della traduzione e revisione, cui possono aggiungersi forme di elaborazione e adattamento professionale di testi in ambito interlinguistico e interculturale;

- approfondita conoscenza delle particolarità dei linguaggi settoriali e dei relativi ambiti di riferimento, anche riguardo al mondo dell'editoria e della multimedialità;

- capacità di utilizzare gli ausili informatici e telematici indispensabili alla professione del traduttore e di utilizzare gli strumenti di ricerca e di documentazione tradizionali e informatizzati, mirati in particolare al reperimento di informazioni nella rete, alla realizzazione di corpora linguistici e alla relativa estrazione di informazioni per la creazione di glossari e banche dati terminologiche, all'utilizzo di tecnologie di traduzione assistita, traduzione automatica e localizzazione;

- capacità critiche e di autoriflessione e consapevolezza deontologico-professionale;

- elevate competenze culturali e linguistiche in inglese, e in una seconda lingua di studio, applicate all'analisi dei testi e del discorso.

Ai fini indicati il Corso di Studio prevede un percorso formativo incentrato su aree quali:
- area linguistico-culturale che comprende attività dedicate all'approfondimento delle conoscenze culturali e linguistiche nelle lingue di studio, con un'enfasi particolare sull'analisi dei testi e del discorso;
- area teorico-metodologica che include attività dedicate a studio e riflessione critica sui principi teorico-metodologici e all'acquisizione dei metodi e delle tecnologie per la traduzione (documentazione, terminografia, traduzione assistita, traduzione automatica e localizzazione);
- area traduttologica che comprende attività dedicate all'acquisizione delle tecniche della traduzione e revisione di testi in ambiti settoriali specifici, per l'editoria e la multimedialità, nelle lingue di studio.

Risultati di apprendimento attesi

CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE (KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato magistrale conosce l’italiano, l’inglese e un’altra lingua e cultura straniere a scelta fra quelle attivate, conosce le tecniche della traduzione settoriale, editoriale e multimediale, conosce i diversi linguaggi settoriali in modo strumentale alla resa traduttiva, è capace di comprendere testi scritti specialistici di generi e tipi differenziati anche di natura complessa. È inoltre a conoscenza delle fasi cui un lavoro di traduzione qualitativamente valido deve sottostare, nonché degli elementi deontologici relativi alla professione del traduttore.
Le conoscenze e capacità di comprensione sopraelencate sono conseguite soprattutto tramite la partecipazione alle lezioni di carattere seminariale previste dalle attività formative attivate nell'ambito dei settori scientifico-disciplinari caratterizzanti ed affini o integrativi dai contenuti specialistico-professionalizzanti, e tramite lo studio personale guidato sostenuto dalle attività di tutorato e lo studio individuale; sono anche previste procedure di e-learning.
La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso le esercitazioni e le prove d'esame delle discipline linguistiche, traduttive e informatiche che si svolgono sia in gruppo che individualmente, in forma scritta e/o orale, sia come prova somministrata a gruppi di studenti sia come elaborato realizzato individualmente.


CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE (APPLYING KNOWLEDGE AND UNDERSTANDING)

Il laureato magistrale:
è capace di utilizzare gli strumenti di ricerca e di documentazione tradizionali e informatizzati, le tecnologie di traduzione assistita e automatica e le competenze analitico-testuali, terminologiche e terminografiche in progetti complessi di traduzione, localizzazione, traduzione per i media, post-editing e revisione, con consapevolezza dei presupposti teorici e deontologici della professione.
Il raggiungimento delle sopraelencate capacità di applicare conoscenza e comprensione avanzate avviene soprattutto tramite la partecipazione alle lezioni seminariali interattive ed alle esercitazioni pratiche previste dalle attività formative attivate nell'ambito dei settori scientifico-disciplinari caratterizzanti, affini o integrativi e dalle altre attività formative le cui modalità sono concentrate su specifici casi di studio, e tramite lo studio personale guidato sostenuto dalle attività di tutorato e lo studio individuale. Le lezioni e le esercitazioni si svolgono a piccoli gruppi, con docenti madrelingua e con docenti professionisti, in aule attrezzate per la traduzione ed in laboratori linguistici, informatici e terminologici, e si avvalgono di materiali didattici esistenti (tradizionali ed avanzati, su supporti cartacei, elettronici e multimediali), ma soprattutto di materiali elaborati specificamente, grazie alla competenza scientifico-didattica ed anche lavorativa dei diversi docenti, molti dei quali sono professionisti del settore; sono anche previste procedure di e-learning.
La verifica delle capacità di applicare conoscenza e comprensione avviene principalmente attraverso le esercitazioni e le prove d'esame di carattere pratico, che si svolgono sia in gruppo che individualmente, in forma scritta e/o orale, sia come prova somministrata a gruppi di studenti sia come elaborato realizzato individualmente.


AUTONOMIA DI GIUDIZIO (MAKING JUDGEMENTS)

Il laureato magistrale è in grado di concepire, gestire e valutare progetti complessi di traduzione e adattamento linguistico in cui intervengono diverse competenze operative, tenendo anche conto degli aspetti deontologici correlati alla professione.

L'autonomia di giudizio sopra indicata viene sviluppata tramite la partecipazione a lezioni seminariali interattive e a esercitazioni pratico-applicative previste dalle attività formative attivate nell'ambito dei settori scientifico-disciplinari caratterizzanti, affini o integrativi. Concorrono inoltre alla formazione di tale autonomia la partecipando ad attività formative concentrate sull'applicazione di principi generali a specifici casi di studio, l’elaborazione di project work e lo studio personale sostenuto da attività di tutorato.

La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene principalmente tramite le esercitazioni e le prove d'esame di carattere pratico-applicativo che si svolgono in gruppo, individualmente, in forma scritta e/o orale, così come mediante prova somministrata a gruppi di studenti o infine in forma di elaborato realizzato individualmente.



ABILITÀ COMUNICATIVE (COMMUNICATION SKILLS)

Le competenze e le abilità comunicative scritte (ma anche orali) avanzate necessarie per la traduzione specializzata, non sono semplicemente uno dei diversi obiettivi formativi declinati nei risultati di apprendimento attesi, ma costituiscono l'essenza stessa dell'intero percorso.
Il laureato magistrale sarà in grado di valutare le proprie competenze acquisite e potrà applicarle con atteggiamento professionale, avendo acquisito le abilità necessarie per comunicare a livello complesso, in due lingue e in italiano, non solo attraverso le proprie traduzioni, ma anche con le diverse figure professionali coinvolte nella realizzazione di un lavoro di traduzione. Il laureato magistrale saprà produrre traduzioni qualitativamente valide e relazionarsi a livello comunicativo con i propri interlocutori nel mondo del lavoro (e con le loro legittime richieste) in maniera deontologicamente corretta.


La verifica dell'acquisizione delle avanzate competenze e abilità comunicative scritte (ma anche orali) avviene principalmente tramite le esercitazioni e le prove d'esame di carattere pratico-applicativo, che si svolgono in gruppo, individualmente, in forma scritta e/o orale, così come mediante prova somministrata a gruppi di studenti o infine in forma di elaborato realizzato individualmente.


CAPACITÀ DI APPRENDIMENTO (LEARNING SKILLS)

- Il laureato magistrale è in grado di elaborare autonomamente conoscenze e competenze di livello superiore a quelle già acquisite, partendo dalla esposizione sia diretta sia mediata, relativa a dati esperienziali. È altresì in grado di organizzare e gestire un progetto di ricerca individuale guidata.

- Le sopra citate capacità di apprendimento sono conseguite durante il percorso di studi nel suo complesso, grazie: all'ampio ventaglio di contenuti previsti dalle diverse attività formative nei diversi settori scientifico-disciplinari previsti, all'altrettanto ampio ventaglio di modalità e strumenti didattici necessari per poter conseguire i risultati di apprendimento attesi (lezioni seminariali interattive ed esercitazioni pratiche in piccoli gruppi, con docenti madrelingua e con docenti professionisti, in aule attrezzate per la traduzione ed in laboratori linguistici, informatici e terminologici, su materiali didattici esistenti – tradizionali ed avanzati, su supporti cartacei, elettronici e multimediali). Alle suddette attività si aggiungono lo studio personale guidato, le attività e i periodi di tirocinio e infine lo studio e la ricerca guidati da un relatore nell’ambito della prova finale.

- Oltre che tramite la valutazione del percorso di apprendimento autonomo guidato da un relatore oggetto della prova finale, le capacità di apprendimento vengono valutate con l'intero spettro di modalità e strumenti didattici previsti: le esercitazioni e le prove d'esame sono di carattere pratico-applicativo, si svolgono sia individualmente che in gruppo, avvengono in forma scritta e/o orale, sia come prove somministrate a gruppi di studenti sia come elaborati realizzati individualmente, su materiali e supporti tradizionali ed avanzati, cartacei, elettronici e multimediali, ed in ogni caso vertono sia su principi generali che sulla loro applicazione a casi di studio.

Insegnamenti

Consulta gli insegnamenti all'interno del piano didattico Piano didattico: tutti gli insegnamenti del corso

Attività tirocinio

Il piano di studi prevede un'esperienza di tirocinio curriculare della durata di 100 ore da svolgere presso imprese e aziende di produzione, agenzie di traduzione, enti o agenzie dedicati all'organizzazione di eventi, ecc. in Italia o all'estero. Il tirocinio, che rappresenta un'importante possibilità di confronto con il mondo del lavoro, si svolge nel quadro di convenzioni con aziende o enti interessati scelti su proposta della Commissione Tirocini della Sede o su iniziativa dello studente.

La Commissione Tirocini si occupa anche delle attività di job placement e di raccordo con il mondo del lavoro.

La Commissione Tirocini è presieduta dalla Prof.ssa Rachele Antonini.

Poiché stage e tirocini costituiscono elementi di rilievo per l'orientamento in uscita, la Commissione Tirocini si coordina sistematicamente con il delegato all'Orientamento.

Docenti referenti per i Tirocini: Dott.ssa Amalia Amato e Dott.ssa Francesca Biagini

Referente amministrativo:

Sig.ra Cinzia Postacchini

E-mail: accf.forli.tirociniplacement@unibo.it

Tel: 0543/374145




Attività extra curriculari

Si organizzano cicli annuali di conferenze, seminari e workshop con docenti, studiosi e professionisti del mondo del lavoro provenienti dall'Italia e dall'estero.

Queste iniziative si svolgono presso la sede di Forlì della Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione (www.scuolalingue.unibo.it) e del Dipartimento di Interpretazione e Traduzione - DIT (www.dit.unibo.it).

Dal 1992 gli studenti, coordinati da un gruppo di docenti, collaborano alla messa in scena di una serie di spettacoli teatrali nelle varie lingue insegnate: arabo, bulgaro, cinese, francese, giapponese, inglese, italiano, portoghese, russo, slovacco, spagnolo e tedesco. L'attività teatrale, pur non essendo un'attività curriculare obbligatoria, ha assunto negli anni sempre maggior valenza per le positive ripercussioni sulle competenze linguistiche, comunicative e culturali degli studenti.

Link: www.scuolalingue.unibo.it/it/teatro?target=studenti-iscritti

Mobilità internazionale

Presso la Sede è attivo l'Ufficio estero, coordinato con il front office dell'Ufficio Didattico, che informa, coordina e gestisce le opportunità di scambio con l'estero nell'ambito dei Programmi Erasmus Plus e Overseas e delle altre convenzioni internazionali.
Nell'ambito del programma Erasmus Plus sono disponibili opportunità di studio e di tirocinio all'estero per periodi compresi tra 3 e 6 mesi presso numerose Università europee.

Link:

www.unibo.it/Portale/Relazioni+Internazionali/opportunita-uscita/uscita-studio/Erasmus/default.htm

www.scuolalingue.unibo.it/it/scuola/ufficio-esteri

Attraverso i programmi di scambio Overseas gli studenti possono trascorrere un periodo di studio presso alcune sedi universitarie extra-europee (Stati Uniti, Canada, Russia, Australia, Giappone, ecc...) con le quali l'Università di Bologna ha sottoscritto numerosi accordi.

Delegato alle Relazioni Internazionali del Dipartimento di Interpretazione e Traduzione:

Prof. Rafael Lozano Miralles

Referenti amministrativi per la mobilità studentesca e per le relazioni internazionali:

Patrizia Palotti
e-mail: patrizia.palotti@unibo.it

Valentina Bono
e-mail: valentina.bono2@unibo.it

tel. 0543/374502

Prova finale


La prova finale per il conseguimento della laurea magistrale consiste nella redazione e nella discussione pubblica di una tesi scritta elaborata in modo originale dallo studente su un argomento coerente con gli obiettivi del corso di studio, sotto la guida di un relatore.

La prova mira a verificare l'avvenuta acquisizione delle competenze di traduzione specializzata, con riguardo al curriculum degli studi.

La prova finale può essere collegata a un progetto o ad un'attività di tirocinio.

Maggiori dettagli nel Regolamento del Corso di Studio

Accesso a ulteriori studi

Dà accesso agli studi di terzo ciclo (Dottorato di ricerca e Scuola di specializzazione) e master universitario di secondo livello.

Sbocchi occupazionali

PROFILO PROFESSIONALE:
Traduttore e revisore specializzato per la comunicazione settoriale e aziendale

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Traduce e revisiona testi scritti specialistici di generi e tipi differenziati (tecnici, scientifici ed editoriali, anche su supporto multimediale) su tematiche presenti all' interno dei diversi settori di impiego, facendo uso delle opportune strumentazioni tecnologiche avanzate (strumenti CAT, motori di traduzione automatica, database terminologici).

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono innanzitutto richieste conoscenze, capacità e abilità linguistiche, culturali, metodologiche e tecnologiche specializzate. Sono inoltre richieste capacità critiche, di riflessione e (auto-)valutazione e consapevolezza delle implicazioni deontologiche della professione. Infine, sono richieste adeguate capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo. Qualora le funzioni siano svolte prioritariamente in ambiti tecnici o scientifici altamente specializzati (p. es. discipline mediche, o giuridiche) può essere necessaria una maggiore specializzazione.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Attività professionale autonoma o dipendente presso fornitori di servizi linguistici, aziende, enti, istituti di documentazione e ricerca pubblici e privati, organizzazioni nazionali ed internazionali.


PROFILO PROFESSIONALE:
Traduttore e revisore specializzato per l'editoria e per la comunicazione multimediale ed audiovisiva

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
Traduce e revisiona testi scritti di generi e tipi differenziati di collocazione editoriale, inclusi i prodotti multimediali e audiovisivi, facendo uso delle opportune strumentazioni tecnologiche avanzate (strumenti per la traduzione assistita, motori di traduzione automatica, Content Management Systems, software per l' accessibilità plurilingue dei prodotti audiovisivi e degli applicativi informatici).

COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono innanzitutto richieste conoscenze, capacità e abilità linguistiche, culturali, metodologiche e tecnologiche specializzate. Sono inoltre richieste capacità critiche, di riflessione e (auto-)valutazione e consapevolezza delle implicazioni deontologiche della professione. Infine, sono richieste adeguate capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo. Qualora le funzioni siano svolte prioritariamente in ambiti tecnologici altamente specializzati (p. es. localizzazione software, o sottotitolaggio) può essere necessaria una maggiore specializzazione.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Attività professionale autonoma o dipendente presso fornitori di servizi linguistici, case editrici, aziende, enti, istituti di documentazione e ricerca pubblici e privati, organizzazioni nazionali ed internazionali.


PROFILO PROFESSIONALE:
Esperto in terminologia, editing e language technologies

FUNZIONE IN UN CONTESTO DI LAVORO:
- Cura la gestione terminologico-terminografica e testuale di materiali linguistici scritti e multimediali anche su supporti elettronico-informatici
- Offre supporto e consulenza relativamente alle tecnologie per la traduzione e alle lingue di specialità.


COMPETENZE ASSOCIATE ALLA FUNZIONE:
Per lo svolgimento delle funzioni sopra descritte sono richieste conoscenze, capacità e abilità di gestione terminologico-terminografica e testuale in ambiti di specialità e/o ad elevato contenuto tecnologico. Sono inoltre richieste capacità critiche, di riflessione e autovalutazione e adeguate capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo. Qualora le funzioni siano svolte prioritariamente in ambiti tecnici o scientifici altamente specializzati (p. es. discipline mediche o giuridiche, localizzazione di software) può essere necessaria una maggiore specializzazione.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI:
Attività professionale autonoma o dipendente presso imprese traduttive, aziende, enti, istituti di documentazione e ricerca pubblici e privati, organizzazioni nazionali ed internazionali.


Parere delle parti sociali


ORGANO O SOGGETTO ACCADEMICO CHE EFFETTUA LA CONSULTAZIONE
CONSULTAZIONE 2015
Le consultazioni sono state organizzate dal personale della Vicepresidenza della Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione, dietro gestione da parte delle Coordinatrici del Corso di Studio (uscente ed entrante in carica) e di concerto con i membri della Commissione AQ del Corso di Studio e la Tutor Assicurazione Qualità per la parte amministrativa.

CONSULTAZIONE 2013
Vicepresidente della Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione e Interpretazione - Campus di Forlì; Coordinatore Corso di Studio; Commissione Paritetica con il supporto dell'Ufficio di Vicepresidenza e del manager didattico.

CONSULTAZIONE 2007
Presidente del Polo Scientifico-Didattico di Forlì; Direttore Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori, Vicedirettore Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori e Responsabile Quality Assurance; Presidente della Commissione Didattica Paritetica di Facoltà.


ORGANIZZAZIONI CONSULTATE O DIRETTAMENTE O TRAMITE DOCUMENTI E STUDI DI SETTORE
CONSULTAZIONE 2015
Pareri espressi mediante questionario o intervista:
- Commissione Europea, DGT - Direzione Generale della Traduzione - (funzionario Affari Politici);
-Zentrum für Translationswissenschaft Universität Wien (Direttrice degli Studi);
- AIDAC, Associazione Italiana Dialoghisti Adattatori (Vicepresidente dell'Associazione);
- STradE, Sindacato dei Traduttori Editoriali (Membro della Segreteria Nazionale);
- UNILINGUE (Presidente);
- AITI, Associazione Italiana Traduttori e Interpreti (Presidente nazionale);
- Liguria Traduce s.n.c. (Socio Amministratore);
- Studio Tre srl (titolare);
- langXpress srl (traduttrice e proofreader junior inhouse);
- REMEDIA Soc. Agr. S.S. (Ufficio estero e assistenza clienti);
- Binari Sonori srl (Language Manager della società);
- Expert System SpA (project manager);
- DGT - Dipartimento di Italiano (Responsabile del Dipartimento).

Tutte le società del libero mercato consultate sono società che hanno in essere convenzioni per tirocini curriculari e/o formativi con la Vicepresidenza di sede della Scuola.
Le associazioni professionali consultate sono rappresentative del mondo della traduzione su scala nazionale e i partner europei sono interlocutori istituzionali in ambito europeo, appartenenti alla rete European Master's in Translation e al consorzio Agora di cui il Corso di Studio fa parte.

CONSULTAZIONE 2013
Soggetti consultati tramite questionario e/o partecipazione alla giornata di consultazione delle parti sociali aperta a docenti e studenti:
- AITI (Presidente dell'Associazione);
- ANITI (Presidente);
- TradInFo (Presidente dell'Associazione);
- Unilingue/EUATC (Presidente dell'Associazione);
- BDÜ- Bundesverband der Dolmetscher und Übersetzer (socio);
- SFT - Société Française des Traducteurs (socia);
- ATA - American Translators Association (socia).

CONSULTAZIONE 2007
- CIUTI - Conférence Internationale d'Instituts Universitaires des Traducteurs et
Interprètes;
- Associazioni Professionali Nazionali: (ANITI - Associazione Nazionale Italiana
Traduttori e Interpreti, AITI - Associazione Italiana Traduttori e Interpreti, Feder.cen.tr.i - Federazione Nazionale Centri di Traduzione ed Interpretariato);
- Assessorato all'Università del Comune di Forlì; Prefetto di Forlì-Cesena;
- Questore di Forlì-Cesena;
- Assessorato alle politiche per l'Istruzione Provincia di Forlì-Cesena;
- CARIROMAGNA;
- CCIAA;
- SERINAR;
- Confindustria Forlì-Cesena;
- CNA Forlì-Cesena;
- Confartigianato Forlì;
- Confartigianato Cesena;
- API Forlì-Cesena;
- Legacoop Forlì;
- Confcommercio;
- Confcooperative Forlì-Cesena;
- Ordine Giornalisti Emilia-Romagna;
- Collegio Periti Industriali Forlì-Cesena;
- CULTURA PROGETTO Forlì;
- DELOITTE Bologna;
- PROLOGISTICA Forlì;
- SACMI Imola (BO);
- TIS Cervia;
- VEM Sistemi Forlì;
- Studio SAMPIERI Forlì.


MODALITA' E CADENZA DI STUDI E CONSULTAZIONI
CONSULTAZIONE 2015
Alle parti sociali individuate è stato sottoposto un questionario, accompagnato dal piano didattico dell'attuale corso di laurea in Traduzione Specializzata e dal piano didattico pensato per il corso internazionale, nonché da una breve illustrazione dei profili professionali che il Corso di Studio intende formare.
Le parti sociali consultate ritengono tutte le modifiche di cui si prevede l'introduzione positive e, in alcuni casi, come assolutamente indispensabili (es: l'inglese lingua di lavoro per tutti) e hanno inoltre evidenziato l'imprescindibile necessità di un'ottima padronanza della lingua italiana come lingua da e verso cui tradurre.
Inoltre, tutti e 12 i rispondenti al questionario dichiarano di ritenere che la auspicata maggior attrattività internazionale dovuta all'utilizzo dell'inglese come lingua di studio per tutti e come lingua veicolare per gli insegnamenti trasversali, avrà ricadute positive su tutta la didattica, grazie all'interscambio con studenti di lingue e culture diverse da quella italiana.
Nell'ultima procedura di ammissione all'EMT (European Master's in Translation, nel 2014) è, inoltre stata confermata la validità delle caratteristiche fondative del corso, relativamente ai profili professionali e alle funzioni e competenze associate.

CONSULTAZIONE 2013
I rappresentanti delle principali associazioni professionali di traduttori e di imprese di servizi linguistici e una realtà locale formata da laureati della Scuola sono stati invitati a prendere parte ad una tavola rotonda sul tema "La formazione del traduttore alla luce delle istanze professionali".
Le parti sociali sono state sollecitate ad esprimersi sul percorso formativo sulla base dell'esperienza e delle prospettive future del mercato e ad offrire la loro opinione su aspetti quali tipologie di traduzione, domini tematici e lingue di lavoro più richiesti sul mercato, caratteristiche della committenza, figure professionali emergenti e ruolo delle tecnologie.
In sintesi sono emersi:
- un sostanziale allineamento tra i contenuti dell'offerta formativa del Corso e l'analisi delle prospettive presenti e future sia nazionali che internazionali del mercato della traduzione;
- l'importanza delle tecnologie per la traduzione;
- il ruolo predominante dell'ambito tecnico-scientifico e della lingua inglese (anche come lingua franca della comunicazione sovranazionale e anche nella modalità di traduzione "attiva", ovvero verso la lingua straniera), pur nella consapevolezza che le lingue sono strettamente legate all'ambito di lavoro e che in alcuni settori la domanda è forte per lingue diverse;
- un'ampia richiesta di traduzioni nei settori meccanico, commerciale/contrattuale, tecnologico/informatico e del turismo, per le tipologie testuali legate al web, alla corrispondenza commerciale, al marketing e alla manualistica;
- la centralità delle lingue europee (in primis inglese ma anche tedesco, francese e russo);
- l'importanza delle competenze informatiche, amministrativo/gestionali e commerciali e la centralità del web e della comunicazione promozionale.

CONSULTAZIONE 2007
Nel 2007 le consultazioni con le parti sociali sono state organizzate dall'allora Polo Scientifico-Didattico di Forlì, a livello territoriale, per tutti i corsi di studio della sede.
In aggiunta a quanto emerso nel corso dell'incontro generale, la Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori ha condiviso il progetto del corso di studio con i Presidenti delle tre associazioni professionali nazionali di categoria (ANITI – Associazione Nazionale Italiana Traduttori e Interpreti, AITI – Associazione Italiana Traduttori e Interpreti, Feder.cen.tr.i – Federazione Nazionale Centri di Traduzione ed Interpretariato), e con la CIUTI – Conférence Internationale d'Instituts Universitaires des Traducteurs et Interprètes.
In sintesi, le parti sociali hanno espresso un parere positivo rispetto alle figure professionali previste in uscita, alle relative funzioni principali, ai risultati di apprendimento attesi, alla distribuzione dei settori scientifico-disciplinari ed alle caratteristiche della prova finale.


DOCUMENTAZIONE
Tutta la documentazione è conservata presso la sede di Forlì della Scuola di Lingue e Letterature, Traduzione ed Interpretazione - Palazzo Montanari, Corso della Repubblica 136.

Ulteriori informazioni

Per promuovere l'attività di e-learning la Sede di Forlì della Scuola di Lingue ha attivato la piattaforma Moodle, che consente lo scambio di testi, materiali didattici ed esercitazioni tra studenti e docenti.

Link: http://moodle.sslmit.unibo.it/login/index.php

È stata inoltre attivata una convenzione con SDL-TRADOS per offrire ai propri studenti l'opportunità di ottenere la certificazione TRADOS come utilizzatori di questo diffusissimo CAT tool, ideato per contribuire all'aggiornamento della comunità dei traduttori sui più recenti sviluppi tecnologici e sulle procedure ottimali relative alla tecnologia di traduzione, alla gestione della terminologia e ai controlli di qualità automatizzati.

Link: www.scuolalingue.unibo.it/it/certificazioni-trados?target=studenti-iscritti

Contatti e recapiti utili

Informazioni di tipo didattico
(piani degli studi, orari, gestione degli esami, ecc.):

Segreteria Didattica della Scuola di Traduzione e Interpretazione presso la sede della Vicepresidenza della Scuola, Corso della Repubblica 136, Forli'

Valentina Bono, Renzo Fiorini, Camilla Mariani, Valentina Porcellini, Elisabetta Tassinari, Elena Zaccheroni
e-mail: segreteria.didattica@sslmit.unibo.it

Tel: 0543/374505 (negli orari di apertura al pubblico)
Orientamento: E-mail: orientamento@sslmit.unibo.it

Tirocini: Cinzia Postacchini
e-mail: accf.forli.tirociniplacement@unibo.it
Tel: 0543/374145 (negli orari di ricevimento telefonico)